23.6 C
Udine
mercoledì, 10 Agosto 2022

Question time in Consiglio regionale: rispondono Rosolen e Pizzimenti

12.03.2021 – 10.45 – Esaurite le interrogazioni rapide di argomento sanitario, gli assessori della Giunta Fedriga hanno risposto ad altri sette quesiti nel corso della seduta mattutina del ConsiglioFrancesco Russo (Pd) ha posto il problema della delibera della Camera di commercio della Venezia Giulia relativa al progetto Parco del mare, che prevede un nuovo procedimento e rischierebbe di bloccare la relativa posta di bilancio regionale da 8 milioni. L’assessore Alessia Rosolen, delegata a rispondere dal collega Sergio Emidio Bini, ha ricordato a Russo che la norma istitutiva del finanziamento straordinario prevedeva 500mila euro per il 2021, 1,5 milioni per il 2022 e 6 milioni per il 2023, “quindi nel 2021 l’impegno di spesa è di soli 500mila euro. Certo, se la Camera di commercio ci dovesse presentare istanza di dilazione temporale dell’intervento, ovviamente riprogrammeremo le risorse previste per quest’anno”.

Franco Iacop (Pd) ha sottolineato invece che le vetrine interattive installate a fini turistici da PromoTurismoFvg sono state rimosse e accatastate, e ha chiesto alla Giunta quale sarà il loro destino e quali siano stati i costi per fornitura, installazione e configurazione dei cosiddetti “totem”. “Mediante i fondi Por Fesr – gli ha risposto in dettaglio Rosolen – Promoturismo acquistò 12 vetrine interattive, con un costo unitario di 4000 o 5900 euro a seconda della tipologia. Dopo la pandemia l’ente ha dovuto adeguarsi convertendo la funzione touch screen, con la possibilità di accedere ai contenuti tramite QR code. Due sole vetrine che avevano problemi di malfunzionamento o danneggiamenti sono state portate temporaneamente in magazzino a Fiumicello per la riparazione”. Giampaolo Bidoli (Patto per l’Autonomia) ha chiesto all’assessore al Lavoro, Alessia Rosolen, aggiornamenti sulla vicenda dell’azienda Zml, con sede a Maniago, dove è in atto una vertenza sindacale in riferimento ai numerosi esuberi previsti dal piano di ristrutturazione aziendale, auspicando un intervento di mediazione da parte della Regione. Rosolen lo ha informato che la trattativa, partita da una base di 90 esuberi, è arrivata al numero di 68: “Ci risulta poi che l’azienda sia disponibile a erogare una Cigs per riorganizzazione aziendale, per 18 mesi a partire dall’aprile 2021. Si sta parlando anche della ricollocazione delle eccedenze presso altre aziende del Gruppo Cividale, e di accompagnamento alla pensione per un certo numero di lavoratori”. Il capogruppo del Patto, Massimo Moretuzzo, auspica invece che la Giunta si attivi al più presto per l’organizzazione in sicurezza dei servizi educativi estivi per bambini e adolescenti. “Per il 2021 – gli ha risposto Alessia Rosolen – ci basiamo sulla prassi adottata lo scorso anno e io comincio a immaginare già percorsi di intervento economico diversificati, mettendo a regime il sostegno alle famiglie sui centri estivi. Stiamo lavorando sulla base di un documento del Governo di gennaio 2021 che detta le linee guide sull’organizzazione necessaria per attivare i futuri centri estivi”. Il capogruppo dem, Diego Moretti, ha chiesto invece all’assessore Graziano Pizzimenti di definire al più presto la posizione contrattuale dei dipendenti di Fvg Strade spa, dopo il trasferimento delle funzioni in materia di viabilità provinciale agli enti di decentramento regionale (Edr). “Pensavamo che la soluzione potesse essere più veloce – ha risposto l’assessore – . Dopo numerosi incontri è emersa la necessità di una soluzione che garantisca un trattamento economico omogeneo, ma anche il contenimento della spesa. Non sarà possibile portare il trattamento omogeneo al livello del contratto Anas, l’idea è di riuscire a stipulare un contratto ad hoc per Fvg Strade”.

Furio Honsell, consigliere di Open Sinistra Fvg, ha fatto riferimento alla recente sentenza del Tribunale di Udine che ha considerato “discriminatoria la condotta della Regione in relazione alla graduatoria per l’assegnazione di alloggi” per chiedere alla Giunta quando e come abbia intenzione di modificare il regolamento. L’assessore Pizzimenti ha premesso che l’ordinanza, molto complessa, è ancora all’esame degli uffici dell’Avvocatura, in relazione a una possibile impugnativa: “Il dispositivo dell’ordinanza – ha detto Pizzimenti – provocherebbe un impatto rilevante, le conseguenze sono impattanti in via di fatto e di diritto e genererebbero discriminazione in senso contrario nei confronti dei cittadini italiani. Non abbiamo infatti la possibilità di controllare la veridicità di dichiarazioni su proprietà immobiliari in paesi stranieri”.

Sempre a Pizzimenti, la consigliera del Pd Chiara Da Giau ha chiesto informazioni sullo stato di avanzamento del primo stralcio del Piano di risanamento acustico su un tratto dell’autostrada A28. Pizzimenti le ha ricordato il lungo iter della progettazione che trae origine da un Piano di abbattimento rumori predisposto nel 2007 dalla società concessionaria, “con indici di priorità associati a ogni territorio e comune. Ora si è passati a un piano di dettaglio ed è stato eseguito uno studio acustico per arrivare al progetto esecutivo. Non sono stati previsti pannelli fotovoltaici vista la ridotta estensione dell’area”.
(c.s.) d.g.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore