6.5 C
Udine
venerdì, 9 Dicembre 2022

L’Udinese rallenta contro l’Atalanta ma rimane ai piani alti della Serie A

10.10.2022 – 07:00 – Per la prima volta in questa stagione l’Udinese non riesce a ribaltare a proprio favore un parziale di svantaggio, ma agguanta un pareggio casalingo in rimonta nella sfida d’alta quota contro l’Atalanta. La gara alla Dacia Arena termina 2-2 e garantisce un punto che vale il primato in solitaria ai bergamaschi – un primato che dura poche ore, fino al successo del Napoli a Cremona – e permette ai friulani di mantenere il terzo posto in classifica a fianco del Milan campione d’Italia. Dopo una prima mezz’ora avara di emozioni, a sbloccare il match è Lookman, innescato da Muriel al 36’. È Muriel stesso a siglare il raddoppio al decimo minuto della ripresa, su calcio di rigore causato da Udogie. La reazione dei padroni di casa porta alla rete di Deulofeu, su punizione, che riapre la partita al 67’, mentre a fermare il risultato sul pari definitivo è Perez dieci minuti più tardi. Negli ultimi minuti l’Udinese sfiora il colpaccio prima sempre con Deulofeu su calcio piazzato, quindi con Arslan a termine di una grande azione collettiva.

Proprio Perez, intervistato a fine gara, si rammarica del risultato, che avrebbe potuto essere ancor più positivo per la squadra allenata da Sottil, che interrompe la sua serie di vittorie con il secondo pareggio stagionale: “Peccato per il gol subito nel primo tempo” ha detto il difensore argentino “ma abbiamo fatto una grande partita. Volevamo vincere ma comunque abbiamo fatto un punto. Sono felice per il mio primo gol in campionato: è stato un momento molto emozionante, di fronte ai tifosi e alla mia famiglia presente in tribuna”. Anche l’autore della prima rete friulana, Deulofeu, si rammarica del risultato: “Potevamo vincerla. Se la partita fosse durata altri dieci minuti avremmo potuto fare il terzo gol. Comunque abbiamo dato un segnale: siamo una squadra che lotta e non molla mai. Dobbiamo dare valore a questo pareggio, abbiamo sofferto ma è un punto importante. Ora pensiamo alla prossima partita”.

“Sapevamo che questa gara era un test di maturità e una grande occasione per noi” ha commentato il tecnico bianconero Andrea Sottil. “L’Atalanta è un avversario forte e consolidato, ha calciatori molto validi, per cui penso che i ragazzi abbiano fatto una grande partita. Ci è mancata un po’ di cattiveria, ma sono molto contento. Dovevamo stare più attenti sul primo gol, comunque c’è stata una bella reazione al doppio svantaggio e nel secondo tempo ho visto un’Udinese schiacciante che poteva vincere la partita”.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore