20.9 C
Udine
mercoledì, 10 Agosto 2022

Di nuovo sotto il mirino la situazione delle mense a Udine

01.07.2022 – 10.55 – Di nuovo sotto il mirino la situazione delle mense scolastiche nel comune di Udine e provincia. Ieri sono stati emessi dai Carabinieri del NAS di Udine, coordinati dalla Procura, nove decreti di perquisizione nel capoluogo friulano. Provvedimento che segue, a pochi giorni di distanza, la rescissione del contratto con Sodexo Italia, la multinazionale che si occupava della somministrazione dei pasti in 17 asili cittadini. Inadempimento e frode nelle pubbliche forniture nella forma aggravata trattandosi di alimenti, sono i reati che i carabinieri del NAS di Udine ipotizzano nei confronti di sette persone, che a vario titolo e con responsabilità diverse collaborano con la multinazionale Sodexo, alla quale diversi comuni del Friuli Venezia Giulia hanno affidato in appalto il servizio di ristorazione delle scuole dell’infanzia e primarie. I decreti di perquisizione sono arrivati in seguito ad una approfondita indagine investigativa dei documenti di gara e delle forniture delle derrate alimentari. Questa ha portato alla verifica di una continua e generalizzata violazione delle clausole di appalto e dei servizi affidati alla multinazionale. Troppe le inadempienze che hanno portato a sanzionare la Sodexo per un ammontare di quasi 70 mila euro. Secondo quanto riportato da Udinese TV, l’assessore comunale ai servizi educativi, Elisabetta Marioni, ha dichiarato che non sono mai stati messi in dubbio la sicurezza dei cibi forniti ai bambini né sono stati creati disservizi, grazie anche al pedissequo controllo della Commissione Mense, la cui collaborazione è stata preziosa. Tuttavia, gli inadempimenti sono emersi in merito alle derrate alimentari fornite: scarsa variabilità di frutta e verdura, poca quantità di biologico, esigua somministrazione di prodotti regionali oltre all’inadeguata grammatura di alcuni alimenti.

[l.f]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore