3 C
Udine
martedì, 25 Gennaio 2022

Da Giau, Pd: affermazioni inopportune di Zannier sui Lupi

15.01.2022 – 07.10 – “Sentire affermazioni da cui traspare rammarico per non poter sparare ai lupi in piena tranquillità è inaccettabile e diventa ancora più grave se, a pronunciare parole di questo tenore, è chi, come l’assessore regionale alle Risorse forestali Zannier, dovrebbe promuovere e garantire il sistema di tutela della biodiversità e delle specie protette come i lupi, in cui Regione e Corpo forestale sono da anni seriamente impegnati”. Lo afferma in una nota la consigliera regionale Chiara Da Giau (Pd) che, attraverso un’interrogazione, chiede alla Giunta “quale sia la reale posizione  dell’Amministrazione regionale nei confronti delle politiche di tutela del lupo”. “Grazie a un video diffuso in rete, si è appreso che in occasione di un convegno pubblico a Sacile – spiega l’esponente dem – l’assessore Zannier ha apertamente dichiarato che, per quanto riguarda la presenza del lupo in regione, non si può che stare a guardare, mentre in altri Paesi confinanti si può adottare il metodo ‘guarda, spara, stai zitto‘ – riporta Da Giau – certi che tutti, ‘dal primo dei cittadini all’ultimo dei magistrati, stanno zitti. Qui invece va in galera chi spara, chi ha visto e chi pensava che avesse fatto bene a sparare'”.

“Con queste parole, a dir poco inopportune, Zannier ha svilito tutto il lavoro di tutela – aggiunge Da Giau – svolto dal Corpo forestale in collaborazione con l’Università di Udine, con l’Istituto superiore per la Protezione e la ricerca ambientale e associazioni come il Cai. Un lavoro che non può essere certo ridotto a un mero guardare, nemmeno se ci si riferisce alla sola azione di monitoraggio, che è invece un’attività tecnico-scientifica delicata e rilevante per la conservazione della biodiversità, essenziale per mettere a punto le priorità di azione, identificare le eventuali criticità e valutare i risultati raggiunti”.
“Accanto a questo, si consideri che la Regione ha attivato dal 2008 una linea contributiva volta a finanziare opere di prevenzione e indennizzi per i danni da predazione. Negli anni,
inoltre, ha organizzato decine di incontri di sensibilizzazione e informazione – conclude la nota del Partito democratico – rivolti a cittadini, allevatori e amministratori locali. Il lupo, come altre specie, è protetto da norme comunitarie, nazionali e regionali: sono dunque inaccettabili e destabilizzanti i messaggi dell’assessore Zannier, contrari al rispetto della biodiversità e irrispettosi del sistema dei controlli e delle sanzioni”.

Ultime notizie

Dello stesso autore