“I Paesi – Le cose”: omaggio all’opera fotografica di Riccardo Toffoletti

Tolmezzo, a palazzo Frisacco, nelle sale espositive del primo e secondo piano, da domenica 22 agosto a domenica 17 ottobre

18.08.2021-10.39 – S’intitola “I Paesi – Le Cose” la mostra fotografica che sarà ospitata a palazzo Frisacco da domenica 22 agosto a domenica 17 ottobre (inaugurazione sabato 21 agosto, alle 18 su prenotazione). L’allestimento, su iniziativa del Circolo Culturale Fotografico Carnico d’intesa con il Comune di Tolmezzo, il comitato Tina Modotti e il centro studi Nediža, rappresenta un omaggio, a dieci anni dalla scomparsa, alla figura e all’opera fotografica di Riccardo Toffoletti, al suo modo acuto e carico di umanità di cogliere e interpretare la vita e le tracce della storia.

Riccardo Toffoletti: I Paesi

La mostra si compone di due importanti lavori, compiuti a distanza di trent’anni. Il primo è il celebre reportage realizzato tra il 1967 e il 1968 nelle Valli del Natisone: una dura, profonda ed efficace denuncia fatta di immagini e dialoghi con gli abitanti che all’epoca divenne un caso e fece discutere. Nel 1999, come atto di amicizia per Ettore Guatelli, maestro e rivoluzionario inventore di un modo nuovo di concepire l’idea stessa di museo, Toffoletti realizzò la serie di fotografie poi composta nella mostra e nella pubblicazione “Vita delle cose”, del 2004. In queste immagini il protagonista è Ettore e il suo straordinario museo, allestito nel Podere Bellafoglia di Ozzano Taro (Parma) con gli oggetti raccolti nell’arco di una vita, manufatti poveri, comuni, logorati dall’uso, modificati e adattati alle esigenze quotidiane dall’inesausta ingegnosità di chi li doveva utilizzare.
I paesi, le cose – e soprattutto la vita delle persone – all’estremo lembo orientale del Friuli come alle prime propaggini della Val di Taro, in Emilia, sono accomunati nello sguardo di Toffoletti dallo stesso pensiero, dalla stessa attenzione per “il mondo dei vinti”, dalla stessa tensione etica e politica per un mondo più giusto.

Per la prenotazione in occasione del taglio del nastro (fino all’esaurimento dei posti disponibili) contattare il numero 043341247. Per accedere alla mostra, sarà necessario essere in possesso del Green Pass (documento che certifica l’avvenuta vaccinazione anti-Covid, la guarigione o l’esito negativo a un tampone antigenico o molecolare) o della certificazione  medica di esenzione dalla vaccinazione per gli utenti da 12 anni in su.
Orari di apertura: da mercoledì a lunedì dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. Dal 1° ottobre: da lunedì a sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 17.30; domenica 14-18; chiuso martedì.