21.8 C
Udine
giovedì, 18 Agosto 2022

8 marzo, Marcolin: “Occasione di riflessione e non solo di festa”

08.03.2021 – 14.32 – “A un anno dall’esplosione della pandemia, in questa giornata corre l’obbligo di soffermarsi sul ruolo della donna in tutti gli ambienti che la circondano: dalla famiglia al lavoro, dalla vita sociale a quella pubblica”.
Lo auspica in una nota la presidente della Commissione regionale per le Pari opportunità tra uomo e donna (Crpo Fvg), Dusy Marcolin, aggiungendo che “le persone più esposte a questa crisi sono state indubbiamente le donne, che hanno comunque dimostrato di saper reagire, spesso assumendosi oneri e ulteriori carichi di gestione del lavoro ma che, purtroppo, molto spesso non sono stati loro riconosciuti. La perdita di imprese femminili e di posti di lavoro registrano nell’ultimo anno numeri importanti che si ripercuoteranno inevitabilmente sulla qualità della vita delle famiglie e della società intera“.

“L’8 marzo non può essere solo un giorno di festa, ma deve costituire sempre più – aggiunge Marcolin – la giornata che testimonia quanto le donne hanno conquistato, anche con i sacrifici della vita, nonché un monito a guardare al passato per lavorare tutte insieme al fine di raggiungere gli obiettivi che porteranno alla vera parità”.
“Parità che significa – dettaglia la presidente della Crpo – equità nei salari con il superamento del gap, eliminazione di ogni discriminazione sul lavoro e il raggiungimento di un sistema di welfare che permetta alle donne di dedicarsi alla carriera con le stesse energie di ogni collega. Abbandonando, pertanto, anche l’inevitabile scelta che a volte devono affrontare tra lavoro e famiglia, sradicamento di ogni germe di violenza da quella verbale a quella sessuale, pari rappresentanza del ruolo della donna nella società e nella vita pubblica”.

“Dobbiamo prendere esempio dalle donne libere, forti e coraggiose che hanno combattuto e che ancora oggi, ogni giorno, nonostante le mille difficoltà, riescono a essere madri, lavoratrici e impegnate nel mondo sociale o in quello pubblico. Le numerose donne che continuano a combattere per cambiare le cose. Abbiamo raccolto un prezioso testimone: ora sta a noi – conclude Marcolin – lavorare tutte insieme per cercare di raggiungere i traguardi che ci siamo prefissi per la vera pari opportunità dei generi”.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore