7.9 C
Udine
lunedì, 5 Dicembre 2022

Zanin, a Conferenza assemblee legislative ribadisce “Transizione ecologica è priorità”

20.10.2022 – 21.00 – “Il caro-bollette è un grande problema per le famiglie e per le imprese. Ma può diventare anche uno stimolo per realizzare davvero la transizione ecologica”. È questa la riflessione di Piero Mauro Zanin, presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, a margine della Conferenza che riunisce i vertici delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome.

Oggi a Roma i presidenti hanno approvato un articolato documento, rivolto tanto al Governo nazionale quanto alle istituzioni europee. Tra i punti fondamentali, i vertici delle Assemblee legislative italiane chiedono “un nuovo piano straordinario dell’Unione europea” con l’obiettivo di “prevedere un prezzo massimo dell’energia (gas ed energia elettrica) a livello continentale”, il cosiddetto price cap, e stabilire “un tetto massimo per le bollette per famiglie, aziende ed esercizi commerciali”.

Sempre all’Europa viene chiesto di “sganciare il prezzo dell’energia elettrica da quello del gas” e di “prevedere acquisti comuni di gas a livello europeo”. Servirebbe inoltre, sempre secondo i presidenti dei parlamenti regionali, uno strumento simile al Next Generation Eu che consenta di “costituire un fondo speciale per finanziare programmi a breve termine, tra i quali il caro bollette”, nonché programmi di lungo periodo volti all’accelerazione della transizione ecologica.

“L’attuale emergenza energia – ricorda ancora il presidente del Consiglio regionale Fvg, che è vicecoordinatore della Conferenza presieduta dal veneto Roberto Ciambetti – ci deve spingere a procedere con ancora più forza nella direzione della transizione ecologica. Come ha fatto la Giunta regionale del Fvg prevedendo un investimento da 100 milioni sui tetti fotovoltaici. È una scelta che garantirà numerosi vantaggi: limitare, attraverso l’autoproduzione, la dipendenza energetica, calmierare i costi e favorire la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, contribuendo in questo modo a contrastare il cambiamento climatico”.

Il documento approvato oggi dalla Conferenza chiede inoltre di “porre la transizione verde al centro di qualsiasi politica“, “incrementare la produzione da fonti rinnovabili” e coinvolgere gli enti regionali e locali “nella programmazione e attuazione dei fondi Ue che mirano a sostenere la transizione verde e che sono gestiti a livello nazionale”. In altre parole, l’appello a Governo e Ue è quello di sostenere “il ruolo degli enti locali nel garantire che il Green Deal possa diventare il miglior strumento possibile per realizzare un’Europa sostenibile”, tenendo conto anche “del previsto impatto asimmetrico a livello regionale della crisi energetica sulle città e sulle regioni dell’Ue”.

L’ordine del giorno sarà proposto per l’approvazione anche all’interno delle varie Assemblee legislative.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore