15.6 C
Udine
sabato, 24 Settembre 2022

Grazie a fondi PNRR si allarga il patrimonio digitale della Biblioteca Joppi

21.09.2022 – 11:00 – Tra i molti progetti che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza si propone di sostenere, un capitolo specifico è occupato dal PND, il Piano Nazionale di Digitalizzazione del patrimonio culturale, che rappresenta la “visione strategica con la quale il Ministero della Cultura intende promuovere e organizzare il processo di trasformazione digitale e realizzare gli obiettivi previsti dal PNRR”. Un input accolto dalla Regione FVG e dal Comune di Udine, che si è attivato per estendere l’opera di digitalizzazione a riviste e giornali in possesso della Biblioteca Civica “Vincenzo Joppi”, intensificando un processo che è già in corso da anni. La biblioteca comunale ha infatti già intrapreso un lavoro di digitalizzazione dei materiali, siano essi libri, manoscritti, periodici o altro ancora. È un modo per ampliare la disponibilità e la fruibilità del patrimonio di saperi e scienze oltre i muri dell’edificio, consentendo la consultazione dei testi anche da remoto.

Grazie al nuovo accordo siglato tra Comune di Udine e Regione FVG, spiega l’assessore alla cultura Fabrizio Cigolot, sarà possibile procedere alla digitalizzazione di tutti i numeri del Messaggero Veneto dal 1946 al 1955 e di altri giornali, sempre per specifiche fasce temporali grossomodo include nella prima metà del Novecento. L’elenco annovera il Corriere del Friuli, il Giornale Cattolico del Friuli, l’Amico del Contadino, la Rivista Italiana Di Scienze, Lettere Ed Arti, Forum Iulii, il Lavoratore Friulano, il PUF, Friuli Sera e Friuli Agricolo. “Tra i requisiti necessari per accedere al bando del Ministero della Cultura” spiega Cigolot “c’è la digitalizzazione di materiali fino all’anno 1955 compreso, oltre a specifiche caratteristiche di integrità e completezza. Il lavoro che ci apprestiamo a fare testimonia la ricchezza del patrimonio documentale custodito nella nostra biblioteca” conclude Cigolot “che potrà finalmente essere fruito online una volta che andrà in porto questo ulteriore step tecnologico”.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore