7.6 C
Udine
sabato, 10 Dicembre 2022

Altri 158 milioni in assestamento: si spinge sulla transizione ecologica

25.06.2022 – 08.00 – La manovra straordinaria di assestamento che prevedeva inizialmente risorse per 522 milioni di euro ha visto oggi incrementare la dotazione con ulteriori 158 milioni raggiungendo così quota 680 milioni. La Giunta regionale ha infatti approvato ieri in via definitiva il disegno di legge di assestamento del bilancio per gli anni 2022-2024.
Tra gli interventi più rilevanti a cui sono destinate le risorse aggiuntive, le attività produttive beneficeranno di ulteriori 2 milioni di euro per le politiche energetiche rinnovabili nel settore manifatturiero, 3 milioni per progetti legati all’idrogeno e altri 3 milioni per i contratti di insediamento.
Al comparto delle risorse agroalimentari, forestali, ittiche andranno invece ancora 9 milioni di euro per investimenti nel sistema irriguo.
Alla difesa dell’ambiente, energia e sviluppo sostenibile, per l’efficientamento energetico e per il risparmio idrico (società e associazioni sportive dilettantistiche e professionistiche) 500mila euro, 1 milione come contributo per la realizzazione di impianti fotovoltaici nell’area dell’aeroporto di Trieste-Friuli Venezia Giulia e infine 4 milioni e 240 mila euro per opere idrauliche sul territorio.

Infrastrutture e trasporti
potranno beneficiare di ulteriori 10 milioni e 700mila euro per la viabilità straordinaria a sostegno dell’evento “Go! 2025 Nova Gorica e Gorizia Capitale europea della cultura 2025”, 8,5 milioni per la viabilità Palmanova-Manzano, 3 milioni per la ciclabilità, 6 milioni per i centri minori e 5 milioni complessivi a favore degli interporti per l’ammodernamento delle infrastrutture (2 milioni per raddoppio linea Ziu stazione Osoppo, 1,5 milioni per raccordo Ziu stazione Ronchi dei Legionari e 1,5 milioni per interporto Fernetti).
Il settore cultura viene incrementato con 9 milioni per Go! 2025 e 1 milione e 480 euro, spalmati in due anni, a favore del Mittelfest, 1 milione alla Fondazione Aquileia.

La Regione mette poi a disposizione 70 milioni di euro al fine di dare certezza all’avvio delle operazioni societarie necessarie e propedeutiche al passaggio della concessione da Autovie ad Alto Adriatico. Infine vengono assegnate 2 milioni di euro per la realizzazione di un’infrastruttura informatica utile all’avvio dell’organismo pagatore autonomo in Ersa.

[n.t.w]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore