20.7 C
Udine
mercoledì, 6 Luglio 2022

In un anno e mezzo chiuse circa 500 discoteche: Polesello pressing sul Governo

14.07.2021-13.44 – “Sale da ballo, circoli ricreativi e discoteche sono fra le realtà che hanno maggiormente sofferto a causa delle misure di contenimento della pandemia. Dalla Regione Friuli Venezia Giulia parte un messaggio chiaro al Governo ed è quello di far ripartire, presto e in sicurezza, il settore”.

Lo afferma in una nota il consigliere regionale della Lega Simone Polesello, primo firmatario della mozione depositata sulla riapertura di tali luoghi di ritrovo su tutto il territorio regionale. Polesello intende “spingere affinché il Governo Draghi fornisca una data certa e acceleri sulla fine del loro fermo. Siamo consapevoli che la chiusura è stata necessaria nella fase più acuta della pandemia. Oggi però è lecito parlare di riaperture vista la diminuzione dei casi, le armi che abbiamo a nostra disposizione, come ad esempio il vaccino, e senza dimenticare il parere favorevole già espresso in tal senso dal Comitato tecnico scientifico”.

Simone Polesello (Lega)

“Nell’ultimo anno e mezzo – continua la nota del consigliere – il settore delle sale da ballo e delle discoteche ha vissuto una crisi profondissima, che ha visto la chiusura di circa 500 attività. Tale situazione è molto preoccupante, visto che parliamo di un comparto che dà lavoro a tantissime persone, crea un indotto non indifferente ed è determinante per una regione a vocazione fortemente turistica come la nostra”. “La loro ripartenza – aggiunge Simone Polesello – potrebbe avvenire in tutta sicurezza, penso ad esempio agli ingressi contingentati e Covid-free oppure all’utilizzo del green-pass. Senza dimenticare che riaprire i locali favorirebbe la ripresa della socialità fra i giovani e limiterebbe le pericolose feste e ritrovi clandestini dove nessuna regola anti contagio viene rispettata, come è stato constatato in diverse occasioni”.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore