21.8 C
Udine
giovedì, 18 Agosto 2022

Al via dal 15 aprile “Opera tua” 2021 il progetto di Coop Alleanza 3.0 che valorizza cultura e territori

13.04.2021-17.04 – Torna dal 15 aprile, Giornata Mondiale dell’Arte, “Opera tua”, il progetto di Coop Alleanza 3.0 che sposa il sostegno alla cultura, attraverso la valorizzazione e il recupero di capolavori locali, con l’eccellenza dei prodotti enogastronomici della linea Fior fiore Coop nell’ambito di “Per tutti per te Coop”, il programma della Cooperativa che sostiene la comunità.

Infatti, con “Per tutti per te Coop” l’1% del valore degli acquisti da parte dei soci di prodotti della gamma di eccellenza Fior fiore – la linea legata ai progetti di carattere culturale – andrà a sostenere anche l’edizione 2021 di “Opera tua”. Per Coop Alleanza 3.0 la cultura rappresenta un veicolo essenziale di coesione sociale; e ha un ruolo cardine nel processo di superamento delle distanze, aumentando gli spazi di condivisione, di emancipazione, creando un benessere diffuso per tutta la comunità.

Alla conferenza stampa odierna per presentare la nuova edizione di “Opera tua” e confrontarsi sull’importanza del recupero dei capolavori locali delle scorse edizioni sono oggi presenti il presidente di Coop Alleanza 3.0, Mario Cifiello, il direttore Politiche sociali e relazioni territoriali, Enrico Quarello, il presidente di Fondaco Italia, Enrico Bressan. Nel corso della conferenza stampa saranno presentati anche i contributi del caporedattore centrale riviste e siti Touring Club Italiano, Isabella Brega, e del coordinatore scientifico Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Carlo Francini.

“Cacciatore con selvaggina” di Johann Michael Lichtenreiter collocato presso Palazzo Attems Petzenstein di Gorizia

Dal 15 aprile al 14 maggio parte la prima delle 6 tappe che fino a ottobre toccheranno alcune delle regioni in cui è presente la Cooperativa: ogni mese, due gioielli artistici della stessa zona vengono proposti a soci e clienti che, con il loro voto, determinano a quale opera destinare i fondi per il recupero (in cartella stampa l’elenco completo delle tappe e delle opere proposte per il 2021).

Jacopo Palma il Giovane. La Trasfigurazione. OA_100 Pinacoteca d’Arte Antica

La tappa friulana si tiene dal 15 maggio al 14 giugno e mette in gara la “Trasfigurazione” di Palma il Giovane (1544-1628) collocato presso i Musei Civici di Udine e il “Cacciatore con selvaggina” di Johann Michael Lichtenreiter collocato presso Palazzo Attems Petzenstein di Gorizia.

Per votare l’opera da restaurare basta collegarsi al sito di Coop Alleanza 3.0 (www.coopalleanza3-0.it) navigare nella sezione dedicata al progetto accessibile anche dalla short url all.coop/operatua. L’andamento dei voti sarà visibile sul sito e l’opera vincitrice verrà resa nota alla fine di ogni tappa. Online sarà possibile seguire il restauro, con informazioni sui tempi e l’avanzamento.

Le opere da restaurare sono state scelte con Fondaco Italia, società attiva nella valorizzazione dei beni culturali (www.fondacoitalia.it), in collaborazione con l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale (www.patrimoniomondiale.it) e le istituzioni territoriali. Anche quest’anno, “Opera tua” può contare anche sul patrocinio del Touring Club Italiano, associazione non profit (www.touringclub.it), che si occupa da oltre cent’anni di turismo, cultura e ambiente.

“Resurrezione di Lazzaro” sito all’Istituto Biblioteca Classense di Ravenna

Una peculiarità del progetto è proprio il legame con il territorio, con l’individuazione di opere espressione della cultura delle diverse aree e realizzate da artisti legati alle varie regioni. Una galleria di capolavori che sintetizzano la multiforme produzione artistica italiana nei secoli: dal dipinto di personaggi illustri, all’arte religiosa, alle rappresentazioni statuarie.

“Busto di Luigi Poletti architetto” ubicato nel Teatro Amintore Galli di Rimini

Si parte con due capolavori locali della Romagna: dal 15 aprile al 14 maggio i soci e i consumatori potranno scegliere quale opera restaurare tra il dipinto e il “Busto di Luigi Poletti architetto” ubicato nel Teatro Amintore Galli di Rimini. L’iniziativa toccherà anche nell’ordine: Gorizia e Udine, Brindisi e Taranto, Ascoli Piceno e Fermo, Treviso e Vicenza, Parma e Piacenza.

 

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore