19.1 C
Udine
lunedì, 26 Settembre 2022

Udine. Borgo Stazione assediata dalle forze dell’ordine

Plauso del capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Mauro Bordin, per l’operazione antidroga effettuata ieri a Udine

12.03.2021 – 08.00 – È in corso una vasta operazione congiunta tra la Polizia di Stato e i Carabinieri per la prevenzione e repressione dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti in zona Borgo Stazione e del Castello di Udine.

Intorno alle 17.00 di ieri, un massiccio dispiegamento di forze dell’ordine ha cinto d’assedio la zona di via Roma, Viale Europa Unita e Viale Leopardi comprese le strade limitrofe fermando e controllando tutti. L’attività parte da un’operazione più ampia, l’operazione “Magnolia”, condotta dalla squadra mobile della questura dei militari del reparto operativo, nucleo investigativo del comando provinciale dei carabinieri del capoluogo friulano. Alle operazioni di controllo hanno partecipato anche delle pattuglie della Guardia di Finanza, della Polizia locale e delle unità specializzate cinofile dei carabinieri e i NAS, per un totale di quasi cento operatori di polizia. A questi si è aggiunto il NIL, nucleo dell’Ispettorato del Lavoro dei carabinieri, per mirati accertamenti sulla salute pubblica nel rispetto delle normative anti Covid e giuri lavoriste. Sono state fermate molte persone e identificate tra i complimenti dei commercianti della zona. Rinvenuti nel corso dei controlli quantitativi di hashish e polvere bianca. L’operazione si colloca in una normale attività di controllo del territorio, che prende spunto anche dalla segnalazione da parte dei cittadini di attività di spaccio e degrado sociale in alcuni punti del centro urbano

“L’azione coordinata delle Forze di Polizia concretizza una risposta forte dello Stato rispetto alle richieste di maggiore sicurezza, pervenute dai cittadini e dalle istituzioni locali. Complimenti alle donne e agli uomini in divisa che, con grande abnegazione e coraggio, si impegnano quotidianamente in azioni di prevenzione e di contrasto dell’illegalità”.

Lo afferma il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Mauro Bordin, a proposito dell’operazione congiunta di polizia e carabinieri finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti nel Borgo Stazione della città di Udine.

“A questo tipo di operazioni – continua la nota di Bordin – occorrerebbe a supporto anche un sistema meno garantista per punire in modo esemplare chi pensa di poter spacciare materiale stupefacente nelle nostre città e ai nostri giovani. Non più tardi di due giorni fa, ho effettuato un sopralluogo in via Roma e via Leopardi con il sindaco di Udine, Pietro Fontanini, e agli amministratori comunali Alessandro Ciani, Francesca Laudicina, Paolo Foramitti ed Elisabetta Marioni, per un proficuo confronto su tanti temi che vedono il Comune e la Regione lavorare insieme”.

[l.f]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore