5 C
Udine
martedì, 29 Novembre 2022

Taglio del nastro per la nuova biblioteca dell’Università di Udine

24.11.2022 – 07.30 – “L’inaugurazione della nuova biblioteca dell’Università di Udine è un momento altamente significativo e dà l’idea dell’attenzione che la città di Udine e l’Amministrazione regionale danno al sistema universitario nel suo complesso. Mi auguro che questa sia anche un’occasione di riflessione rispetto agli ulteriori step che andranno intrapresi all’interno di un sistema di programmazione che deve continuare a regalare competitività a questo territorio. L’attività universitaria non si limita alle lezioni in aula, ma comprende l’insieme di tutti i percorsi di conoscenza e socializzazione che avvengono a latere”.
Lo ha affermato l’assessore regionale all’Università Alessia Rosolen, intervenuta ieri al taglio del nastro del nuovo edificio che ospita la biblioteca scientifica e tecnologica dell’Università di Udine presso il polo scientifico dei Rizzi.
L’evento si è svolto alla presenza, tra gli altri, del rettore Roberto Pinton e del sindaco di Udine Pietro Fontanini.

nuova-biblioteca-Universita-Udine

Rosolen ha plaudito l’Ateneo friulano evidenziandone la “capacità dimostrata di portare a compimento tutti gli obiettivi prefissati nell’ambito della programmazione edilizia”. Riguardo agli interventi futuri, “la Regione – ha poi aggiunto l’assessore – ha previsto finanziamenti importanti in applicazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Nell’utilizzo di queste risorse, sarà fondamentale immaginare che i progetti avviati oggi siano il più possibile duraturi, a beneficio delle future generazioni”.

La nuova struttura inaugurata è stata finanziata da Regione, Uniud e Cassa depositi e prestiti, si presenta come un polo polifunzionale, accessibile anche a diversamente abili e ipovedenti e risponde ai criteri di sostenibilità ambientale. La biblioteca comprende 36 posti di consultazione, 11mila libri a scaffale aperto, 110mila unità bibliografiche tra libri e riviste, 26 banche dati e pacchetti di riviste e oltre 5,5 chilometri di scaffalatura, dai cui circa 4 già occupati. Non mancano un’aula magna da circa 300 posti (6 quelli destinati ai disabili), le aule dedicate all’alta formazione e le aule studio per un totale rispettivamente di 150 e 170 posti.

l.l

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore