7.6 C
Udine
venerdì, 9 Dicembre 2022

Zalukar (Gr. Misto) su Open day Nue Palmanova “Grave rischio per sicurezza”

21.10.2022 – 19.00 – “L’Open Day dello scorso 15 ottobre, con conseguente invasione della centrale Nue di Palmanova da parte dei visitatori, ha comportato un grave rischio per la sicurezza e la prontezza dei soccorsi”.

Lo afferma in una nota il consigliere regionale del Gruppo Misto, Walter Zalukar, evidenziando il pericolo di “aprire le porte al pubblico per fare conoscere da vicino, come da dichiarazioni ufficiali, il modo in cui esperti e volontari operano durante l’emergenza”.

“Un centinaio di persone, tra famiglie con bambini, gruppi di volontari e singoli cittadini, hanno – secondo Zalukar – letteralmente invaso la centrale, affollandosi tra le postazioni degli operatori mentre questi erano impegnati a raccogliere le richieste di soccorso per incidenti stradali, malori, infortuni, incendi, un lavoro che richiede la massima concentrazione”.

“Sempre all’interno di questi spazi – prosegue il consigliere – i cameramen riprendevano le scene, mentre un responsabile del Nue 112, accanto alle postazioni di lavoro, forniva spiegazioni ai numerosi ospiti sull’attività della centrale, sovrastando i centralinisti impegnati a gestire le richieste di aiuto”.

“Non è la prima volta che la centrale d’emergenza viene aperta al pubblico – sottolinea Zalukar – diventando così una sorta di attrazione da visitare. Eppure, nei servizi di soccorso e di sicurezza non esiste posto più riservato, più protetto della centrale operativa. Perché vi si trattano dati sensibili, perché la concentrazione degli operatori deve essere massima e quindi deve essere evitato qualsiasi disturbo che possa distrarre anche per un solo istante gli operatori”.

“I professionisti dell’emergenza sanno bene quanto sia importante garantire la massima tranquillità a chi opera nella centrale, eppure – conclude il consigliere del Misto – anche per i laici non dovrebbe essere tanto difficile capire come trattasi di un lavoro che richiede silenzio e concentrazione perché in qualsiasi momento può arrivare la chiamata difficile, che esige una comprensione immediata e da cui può dipendere una vita”.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore