7.9 C
Udine
sabato, 3 Dicembre 2022

L’identità territoriale della mostra diffusa CollinArte

05.10.2022 – 07.30 – “Per un fine settimana i quindici Comuni della Comunità Collinare del Friuli si animeranno con arte, spettacoli e musica dal vivo, espressione di talenti e qualità rigorosamente del territorio. Il punto di forza di questa iniziativa risiede nella capacità di fare rete e unire le forze, per proporre al visitatore un calendario ricco e diffuso, capace di soddisfare i gusti di chiunque”.
È il plauso che l’assessore regionale alle Attività produttive e turismo, Sergio Emidio Bini, ha rivolto alla Comunità Collinare nel corso della presentazione, nella sede della Regione a Udine, della rassegna “CollinArte” inserita nel progetto turistico Collinare Fvg.
Per l’assessore “l’iniziativa replica, in piccolo, lo stesso impegno che la Regione sta portando avanti nell’ambito della promozione turistica: proporre il Friuli Venezia Giulia come un unico brand, forte e competitivo in Italia e all’estero. I numeri della stagione estiva, che in molte località crescono in doppia cifra, testimoniano che si tratta di una scelta vincente. Sono certo che così sarà anche per “CollinArte”, che grazie allo sforzo degli organizzatori – cui va un sentito ringraziamento – saprà non solo rappresentare al meglio un territorio ricco di storia, tradizioni e cultura come il Friuli Collinare, ma anche attrarre tanti turisti e appassionati”.

“CollinArte – creatività e tradizioni in festa” esprime così l’intento di coinvolgere tutti e quindici i Comuni della Comunità collinare (Buja, Cassacco, Colloredo di Monte Albano, Coseano, Dignano, Fagagna, Forgaria nel Friuli, Majano, Moruzzo, Osoppo, Ragogna, Rive d’Arcano, San Daniele del Friuli, San Vito di Fagagna, Treppo Grande) mettendo in rete, in un unico programma, eventi e spettacoli con una forte identità locale.
Perno della rassegna è una mostra diffusa che porta esposizioni in tutti i comuni con l’intento di far emergere gli artisti che operano sul territorio e non hanno vetrine regionali per farsi conoscere.
Le giornate clou della rassegna sono l’8 e 9 ottobre, ma il calendario degli eventi si estende fino al 15 ottobre. In quella data si terrà l’evento conclusivo con la proiezione di una selezione di opere in uno spettacolo di luci curato dal visual designer Marino Cecada accompagnate dalla colonna sonora di musiche per pianoforte del musicista Rudy Fantin.

Ogni Comune ospiterà spettacoli teatrali, esposizioni d’arte o artigianato locale e mostre di pittura, presentazioni di libri e concerti. Molte anche le visite guidate in programma, alcune occasione per visitare luoghi solitamente chiusi al pubblico. È il caso della chiesa di Vendoglio San Michele Arcangelo, in comune di Treppo Grande, con il ciclo di affreschi di Gian Paolo Thanner, della chiesa e la cripta millenaria di Santa Margherita del Gruagno a Moruzzo o della Casa della manualità rurale “Geis e Riscjei” a Cornino di Forgaria.
Alla presentazione hanno preso parte anche il presidente della Comunità collinare Luigino Bottoni, oltre ai sindaci ed assessori alla Cultura dei quindici comuni aderenti.

l.l

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore