7.6 C
Udine
venerdì, 9 Dicembre 2022

Il grande stop, il racconto del calcio dilettantistico in epoca covid

01.10.2022 – 17.00 – Uno stop forzato di due anni, 633 giorni per l’esattezza, che a parte qualche allenamento congiunto da inizio 2020 ha fermato il calcio dilettantistico del Friuli Venezia Giulia. Su questo periodo, tanto inaspettato quanto unico nel suo genere, il giornalista Massimo Radina ha ideato un documentario, curato da Matteo Pavanello e con il contributo di Promoturismo Fvg, chiamandolo proprio “Il grande stop”, in cui racconta il blocco ma anche la ripartenza del mondo del pallone in Fvg. Tra i protagonisti del documentario, le rabbie e le speranze di Comitato regionale Figc, presidenti, direttori, allenatori delle squadre Torviscosa, Pro Gorizia, Brian Lignano, Manzanese.

“E’ stato un vero e proprio cortocircuito agonistico, da cui sono nati diversi nuovi format di campionato calcistico attraverso il sistema del ripescaggio: da 16 che erano, sono diventate prima 20 poi 24 squadre per due gironi, oggi di nuovo 20 ma che si affrontano in un girone solo”, ha commentato lo stesso Radina presentando a Udine, all’auditorium Comelli della Regione, il suo lavoro alla presenza di tanti dei protagonisti dell’eccellenza.

A dare sostegno alla realizzazione dell’evento udinese è stato il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, da sempre dalla parte dei ragazzi e delle loro storie, e che ha voluto che “questi giovani avessero voce dopo tanto smarrimento. Ma il mondo dilettantistico ha tenuto, grazie ai tecnici, ai volontari, alle famiglie e ai ragazzi stessi che hanno creduto nella ripartenza del loro mondo. Perché il calcio non è solo sport fine a se stesso, ma è collante sociale”.

“Anche noi legislatori siamo stati rallentati dagli eventi nel poterci ritrovare, anche se non ci siamo mai fermati – ha sottolineato Zanin -, perché non si può fermare la vita. Parliamo di mesi e mesi che ci hanno stravolti, tutti, ma che ora dobbiamo buttarci alle spalle. Siamo diventati resilienti, come si usa dire oggi. Questo filmato è un elemento di sintesi di ciò che è avvenuto negli anni del Covid, ma le sue immagini testimoniano anche la grande forza che è insita nei friulani, che hanno nuovamente saputo dimostrare di essere capaci di ripartire se possibile ancora con più energia”.

“Il grande lavoro delle società calcistiche – ha aggiunto Radina – è stato anche quello di ricucire i rapporti con i ragazzi, dopo la grande dispersione che la pandemia aveva causato. E noi gli siamo stati accanto, fino a quando per il campionato 2021-22 abbiamo potuto raccontare 1.094 goal in 378 partite, non dovendo più far vedere solo stanze vuote dove un tempo si prendevano le decisioni”.

All’appuntamento a Udine non solo alcune testimonianze dei responsabili del pallone, ma anche di Telefriuli, che ha detto dell’impegno continuo, anche nei momenti più difficili, nel dare voce al mondo friulano. E poi le premiazioni degli arbitri, delle squadre, della miglior parata, del miglio goal grazie a una rovesciata.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore