24.3 C
Udine
martedì, 9 Agosto 2022

Alessandro Liani, della Video Systems di Codroipo, tra i massimi esperti europei di AI

21.07.2022 – 07.40Alessandro Liani, amministratore di Video Systems, azienda tecnologica di Codroipo, si conferma nel gotha degli esperti europei di intelligenza artificiale. Liani ha appena terminato un lungo road show in Europa: a partire da Lisbona, Hannover, poi Edimburgo, Dublino e Berlino. Di recente, l’amministratore di Video Systems è stato nominato coordinatore del gruppo Industrial AI, della IEEE Computational Intelligente Society, associazione internazionale che si occupa dello sviluppo dell’intelligenza computazionale tra i quali anche l’intelligenza artificiale, nei differenti Paesi, che ha come mission l’integrazione di questa tecnologia nel mondo industriale.
Ed il friulano Liani è chiamato a coordinare le attività con particolare attenzione al punto di vista delle piccole e medie imprese, nello specifico gruppo di competenza.

‘Una grande responsabilità questa che mi è stata concessa – afferma Liani – ma che pone la nostra regione, il Friuli Venezia Giulia, e quindi l’Italia, fra i massimi esperti. Quindi, in grado di dare il suo forte contributo’. Liani porta una vera e propria fotografia di ciò che sta accadendo in Europa sul fronte della ricerca, sul fronte delle applicazioni dell’intelligenza artificiale. Nel viaggio portoghese in occasione del General Meeting di ZDMP il coordinatore ha reso partecipi i membri del progetto degli investimenti che il suo paese sta facendo nel mondo del digitale, ‘Il Portogallo sta investendo molto nella ricerca sull’intelligenza artificiale e le sue applicazioni – spiega Liani – stiamo parlando di diverse centinaia di milioni di euro che il Governo ha deciso di stanziare per la creazione di una cittadella della ricerca avanzata a Lisbona. Cifre importanti che daranno un grande impulso, e posizioneranno il Portogallo fra i Paesi tecnologicamente più all’avanguardia, in questo ambito’.

Ad Hannover sono stati presentati alla HannoverMesse i risultati di 5 importanti progetti H2020 tra cui ZDMP che vede Video Systems responsabile del coordinamento e dello sviluppo delle tecnologie per la piattaforma di controllo qualità non distruttivo in ambito manufacturing, “una grande opportunità per confrontarsi e dialogare con i principali player europei ed internazionali del settore” spiega Liani.
Ad Edimburgo, Alessandro Liani, ha partecipato ad una tavola rotonda dal titolo “SHAPING THE FUTURE OF MANUFACTURING” organizzata da CECIMO, principale organizzazione europea che riunisce le 15 associazioni dei maggiori produttori di macchine utensili di altrettanti Paesi europei e che vale 23 billion di fatturato e 150mila addetti. Il cosiddetto manifatturiero avanzato, la cui digitalizzazione è in corso, in questi ultimi anni.

‘Abbiamo compreso che il processo di digitalizzazione e dei nuovi modelli di business correlati è ancora in sviluppo – spiega Liani – servirà del tempo per raffinare il cambiamento. Il concetto di servitizzazione per esempio, applicato al manifatturiero, quindi, il fatto di non possedere il macchinario, ma utilizzarne il servizio presso le aziende utilizzatrici, sarà nel suo complesso, un processo lungo a definirsi e completarsi, il nodo sta nella capacità di studiare nuovi modelli di business basati su tale paradigma.
Si è parlato anche di un altro tema caro alle aziende tecnologiche, quanto la tecnologia a ‘the edge’, tecnologia che sarà cruciale per equilibrare edge e cloud per la creazione di sistemi ecosostenibili bilanciando infrastrutture e risorse necessarie al loro funzionamento. ‘Per ciò che ci riguarda – spiega – avremo, per le nostre soluzioni di visioni dotate di AI, un approccio ibrido: quindi, a ‘the edge’ ed in cloud, sfruttando la nostra capacità di progettazione e realizzazione di sistemi di computazione edge ed appoggiandoci alle infrastrutture cloud esistenti.

A Dublino si è tenuta l’ IoT Week, evento di riferimento per il settore, a cui Liani ha partecipato in veste di Chiar del Manufacturing Working Group di AIOTI: ‘Si è parlato molto del Chips Act sviluppato dalla commissione europea. Vista la carenza di semiconduttori, ci si è posti l’obiettivo di produrre entro il 2027 il 20% dei chips in Europa’. Il momento di confronto a visto i massimi esperti di settori ed i funzionari europei dialogare su come il mondo del IoT sarà in grado di supportare ed accelerare questo processo e più in generale il processo di digitalizzazione del nostro continente.
Infine, a Berlino si è riunito il gruppo di lavoro di ZDMP con una riunione dedicata all’analisi dello stato del progetto da parte del advisory board. Si sono analizzate le potenzialità della Zero Defect Manufacturing Platform, sono stati approfonditi i business model correlati ed è stata l’occasione per vedere dal vivo le prime applicazioni sviluppate con la neo nata piattaforma, nell’occasione i moduli di machine vision ed AI sviluppati da Video Systems hanno destato grosso interesse ed il plauso dal parte del board.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore