31.1 C
Udine
mercoledì, 10 Agosto 2022

Il Marinoni di Udine compie 60 anni: centralità della figura del geometra

14.07.2022 – 07.10 – Si è svolta ieri a Udine la cerimonia per i sessant’anni dell’Istituto tecnico “Gian Giacomo Marinoni”. L’Istituto ha tenuto a bettesimo la sua apertura nell’anno scolare 1961/1962 ed oggi consta di 850 studenti suddivisi negli indirizzi “Costruzioni, ambiente e territorio” e “Grafica e comunicazione”. Un’offerta formativa che include un corso diurno e uno serale. Durante la celebrazione, in presenza dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti, sono stati consegnati gli attestati ai ragazzi che hanno superato l’esame di maturità nell’anno scolastico appena concluso. Parole di elogio da parte dell’assessore nei confronti dell’Istituto tecnico che, per la sua eccellente reputazione, ogni anno è capace di attrarre centinaia di studenti, il quale ha inoltre evidenziato l’importanza fondamentale della figura del geometra in questo momento storico per lo sviluppo del territorio.

“Il settore dell’edilizia ha finalmente ripreso centralità nella nostra economia – ha affermato Pizzimenti – e i fondi in arrivo tra Pnrr e Superbonus 110% danno la possibilità ai giovani in uscita dagli istituti per geometri di vedere davanti a sé un futuro roseo. Questi ragazzi possono essere una risorsa preziosa sia come liberi professionisti sia nell’ambito degli enti pubblici, senza contare che qualsiasi progetto di carattere edilizio o infrastrutturale necessita della figura di un geometra o quantomeno di un tecnico abilitato”.
Nell’occasione l’assessore, assieme al sindaco di Udine Pietro Fontanini e al presidente del Collegio dei geometri di Udine Lucio Barbiero, ha inoltre premiato le classi del Marinoni vincitrici dei premi “I futuri geometri progettano l’accessibilità 2022” e “Legalità agita: Beni confiscati alla mafia 2022”. Nel primo progetto, i ragazzi hanno sviluppato un piano di abbattimento delle barriere architettoniche nel territorio di Monte di Buja; il secondo, invece, ha visto gli studenti sviluppare una proposta di riqualificazione di un bene immobile sequestrato alla mafia in piazzale Osoppo a Udine, adattandolo per renderlo fruibile da dei giovani con problemi di autismo.

l.l

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore