21.4 C
Udine
mercoledì, 6 Luglio 2022

Solstizio d’Estate: Cercivento tra “Erbe e Tradizioni”

Una serie di eventi gratuiti di carattere ludico, culturale ed enogastronomico animerà la piccola località montana nel suo periodo più caratteristico, nasce anche il primo contest fotografico

21.06.2022 – 10.48 – Cercivento, piccola località montana in provincia di Udine, si prepara a dare il via al momento più magico dell’anno: da questo giovedì 23 a domenica 26 giugno torna la Festa delle Erbe e Tradizioni “Jerbas e tradision” con svariati eventi gratuiti di tipo culturale e ricreativo: dagli incontri di approfondimento sulle erbe spontanee, alle visite guidate alla scoperta della natura e dei luoghi caratteristici. Inoltre, per tutta la durata della manifestazione, l’antico borgo friulano accoglierà ai suoi visitatori con mercatini di prodotti artigianali, chioschi enogastronomici e musica.

La Festa delle Erbe e delle Tradizioni si celebra in occasione degli antichi riti propiziatori che proprio a Cercivento accolgono da sempre il solstizio d’estate, come il tradizionale lancio delle cidule “Spietant las cidulas” e il confezionamento dei mazzi di San Giovanni “Mac di San Giuan” per la notte di San Giovanni Battista.

Come regione Friuli Venezia Giulia crediamo molto in iniziative come questa, che mirano alla valorizzazione del patrimonio culturale e delle tradizioni popolarispiega Luca Boschetti, già sindaco del Comune di Cercivento e adesso consigliere regionale. Tali appuntamenti si rendono ancor più necessari dopo i due anni di pandemia: finalmente possiamo offrire un programma più variegato di eventi e incrementare la conoscenza di un territorio affascinante come Cercivento. Quel che ci colpisce – prosegue Boschetti – è la grande partecipazione dei giovani, che anche quest’anno saranno i protagonisti della rassegna e del tradizionale del lancio delle cidule dal Cret da Scaiole”.

Si parte giovedì 23 dal pomeriggio, nella “Borgata Vidal” con la raccolta di fiori ed erbe per la preparazione dell’acqua di San Giovanni, guidati dal maestro Domenico Molfetta. A seguire dalle ore 20.00 danze in cerchio con Mirta.

Giornata particolarmente ricca di proposte quella di venerdì 24: alle 9.30 dalla piazza del Municipio la “Forest bathing e respirazione consapevole in 10.000 passi”. Un’esperienza multisensoriale, per scoprire tutti i benefici di una camminata immersi nella natura. A conclusione, degustazione di prodotti tipici. L’evento, su prenotazione, è a cura di PromoturismoFVG e Comune di Cercivento nell’ambito del progetto Interreg Italy – Croatia “Take it Slow”.

Alle 10.30 e alle 15.30 in piazzale Pieve di San Martino visita guidata alle opere del progetto “Cercivento – Una Bibbia a cielo aperto” e alle case storiche del paese. Alle 15.30 l’escursione per la raccolta dei fiori e piante al fine di comporre il tradizionale mazzo di San Giovanni, seguita alle 17.30 da un incontro di approfondimento, il tutto guidato dal maestro Domenico Molfetta e dall’erborista Ursula Puntel. Alle 19.15, sempre in piazzale Pieve di San Martino il “Canto dei Vesperi” dell’Onoranda Compagnia dei Cantori e la solenne benedizione del mazzo. Il sabato termina alle 20.30 in Cjase da Int con una speciale cena su prenotazione realizzata dai ristoratori di gustoCarnia, “Il mac tal Plat – Balinant”.

Sabato 25 si scoprirà il mondo dei fiori, delle erbe e delle api con diversi incontri a tema. Alle ore 9, con ritrovo al campo sportivo, l’escursione botanica guidata a cura dell’erborista Ursula Puntel, oltre a visite guidate alle coltivazioni delle piante officinali e aromatiche a cura della Cooperativa Sociale Agricola Taviele, che proseguiranno anche la giornata successiva. Dalle 15, all’esterno di Cjase da Int, l’incontro “Le api: un organismo solare”, con l’apicultore Daniele Pustetto. Alle 18.30 degustazione di porchetta, per chiudere in musica alle 21 con dj set.

Domenica 26 giugno dalle ore 10 spazio ai mercatini d’artigianato e agroalimentari. A Cjase Morassi la mostra fotografica “Atorn Pai Stai”. Durante la giornata, si potrà visitare l’antico mulino “Da Malie” del 1600 accompagnati da Manlio Morassi, discendente dell’ultima mugnaia e grande conoscitore della storia locale.

Ogni sera fino al 29 giugno, dalle ore 21, avverrà il tradizionale lancio delle cidule dal Cret da Scaiole.

Inoltre, durante l’intera manifestazione, non mancherà la proposta culinaria locale con immancabili prodotti a base di erbe.

NOVITA’: IL CONCORSO FOTOGRAFICO

La novità di quest’anno è il contest fotografico aperto a tutti: pubblicando una foto della festa sulla pagina Facebook @prolococercivento accompagnata dall’hashtag #cerciventoincanta, è possibile vincere una cesta di prelibatezze offerte dai produttori locali e una visita guidata alla scoperta delle opere del progetto “Cercivento: Una Bibbia a cielo aperto”. Durata del contest: da giovedì 23 a domenica 26. Maggiori info sulla pagina Facebook della Proloco.

La festa di Cercivento è un’opportunità unica per lasciarsi affascinare da questa piccola comunità ricca di riti e tradizioni che si tramandano di generazione in generazione.

L’iniziativa è organizzata dal Comune e dalla Proloco di Cercivento, e sostenuta dalla regione Friuli Venezia Giulia e Promoturismo FVG.

UN PO’ DI STORIA

MAC DI SAN GIUAN- La Notte di San Giovanni Battista

Il 24 giugno, gode nella credenza popolare di rispettosa considerazione e, ancora oggi, conserva un’aura di mistero che la rende magica e soprannaturale. Legata ad essa è l’antica usanza della raccolta dei fiori che hanno subìto il benefico influsso della rugiada nella notte. Confezionato con diligenza in una suggestiva fusione tra sacro e profano, tra erbe medicinali e terapeutiche, tra piante miracolose o presunte tali, il mazzo di San Giovanni, “Mac di San Giuan”, viene portato in chiesa dove, al canto dei Vesperi solenni in latino, fa seguito la benedizione. I fiori benedetti conservati con cura vengono, poco per volta bruciati, quando il tempo volge al brutto ed i nuvoloni neri si avvicinano minacciosi. La fede popolare attribuisce al fumo liberato nell’aria il ‘potere’ di allontanare, dall’abitato e dalla campagna, i pericoli atmosferici.

LAS CIDULAS

I giovani del paese fanno rifiorire a Cercivento ogni anno il tradizionale ‘Lancio das cidulas’. Dal 24 al 29 giugno si ripete l’antico rito, che alcuni studiosi fanno risalire ad una origine celtica, del lancio di pezzi di legno di faggio di forma circolare (“cidulas”) del diametro di 8-10 cm. e 3 cm. di spessore. Vengono preparati tradizionalmente dai coscritti e, nelle notti tra il 24 giugno (S. Giovanni) e il 29 (S.S. Pietro e Paolo), vengono infuocati e lanciati nel vuoto accompagnati da particolari filastrocche declamate a gran voce e indirizzate alle coppie del paese. Il rito si apre con la prima cidule dedicata a San Giovanni e l’ultima ai Santi Pietro e Paolo. Il punto ideale per seguire la tradizione è nei pressi del municipio.

PROGRAMMA COMPLETO

Giovedì 23 giugno

Pomeriggio e serata di magia nella “Borgata Vidal” di Cercivento. Raccolta di fiori ed erbe per la preparazione dell’acqua di San Giovanni con il maestro Domenico Molfetta che spiegherà le loro proprietà e significati. Sorpresa riservata ai bimbi e al femminile. A seguire dalle ore 20.00 danze in cerchio con Mirta.

Venerdì 24 giugno

Ore 9.30 ritrovo piazza del Municipio “Forest bathing e respirazione consapevole in 10.000 passi”. Un’esperienza multisensoriale, immersi nella natura, che attiverà tutti i nostri sensi: ascolteremo la voce del vento, respireremo il profumo del bosco, toccheremo la corteccia degli alberi e coglieremo tutti i benefici che questa pratica potrà regalarci. Conclusione esperienza con degustazione prodotti tipici. PARTECIPANTI: L’evento è aperto a tutti – Numero massimo di partecipanti 30 persone. In caso di cattivo tempo l’evento verrà rinviato a data da destinarsi. Iscrizione obbligatoria via mail da inviare a: [email protected] Organizzazione a cura di PROMOTURISMOFVG e COMUNE di CERCIVENTO nell’ambito del progetto Interreg Italy – Croatia “TAKE IT SLOW”

Ore 10.30 e 15.30 p.le Pieve di San Martino. Visita guidata alle opere del progetto “Cercivento – Una Bibbia a cielo aperto” e alle case storiche del paese. Ore 15.30 p.le Pieve di San Martino Escursione guidata alla raccolta dei fiori e piante per la composizione del “Mac di San Giuan” accompagnati dal maestro Domenico Molfetta e dall’erborista Ursula Puntel.

Ore 17.30 “Cjase da Int” Interventi del maestro Domenico Molfetta e dell’erborista Ursula Puntel: Il “Solstizio d’estate” e il “Mac di San Giuan” a seguire degustazione tisane alle erbe a cura della Cooperativa Sociale Agricola Taviele

Ore 19.15 Pieve di San Martino “Canto dei Vesperi” da parte dell’Onoranda Compagnia dei Cantori e solenne benedizione del “Mac di San Giuan”.

Ore 20.30 Cjase da Int Cena realizzata dai ristoranti gustoCarnia “Il mac tal Plat – Balinant”. Gradita prenotazione al numero 388 9214726. Costo 20 euro

Sabato 25 giugno

Ore 9.00 ritrovo presso il campo sportivo di Cercivento Escursione botanica guidata alla ricerca di fiori ed erbe spontanee a cura dell’erborista Ursula Puntel. Per informazioni e prenotazioni Tel. 338 7300053 Visite guidate alle coltivazioni delle piante officinali e aromatiche a cura della Cooperativa Sociale Agricola Taviele. Per informazioni e prenotazioni Tel. 331 4617314

Ore 15.00 esterno di Cjase da Int “Le api: un organismo solare” incontro con l’ApiKultore Daniele Pustetto. Per informazioni Tel. 338 4212877

Dalle ore 18.30 Degustazione della porchetta di Bepo.

Ore 21.00 Serata discoteca con dj Chicco Sound

Domenica 26 giugno

Dalle ore 10.00 mercatini dell’artigianato, agroalimentare e hobbistica.

Ore 10.00 e 14.00 p.le Pieve di San Martino Visita guidata alle opere del progetto “Cercivento – Una Bibbia a cielo aperto” e alle case storiche del paese.

Presso Cjase Morassi MOSTRA FOTOGRAFICA “ATORN PAI STÂI” a cura del Circul Culturâl “La Dalbide”. Orari della mostra: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 15.30.

Ore 10.00 e 14.00 p.le Pieve di San Martino Visite guidate alle coltivazioni delle piante officinali e aromatiche. a cura della Cooperativa Sociale Agricola Taviele.

Durante tutta la giornata è possibile visitare la “Piccola fattoria” dove Simone farà conoscere i suoi animali.

Dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00 Visita all’antico mulino “Da Malie” datato 1600. A cura di Manlio Morassi, discendente dell’ultima mugnaia e conoscitore della storia e dell’utilizzo del Mulino.

La domenica saranno presenti fornitissimi chioschi e cucina tipica con piatti a base di erbe

Dal 24 al 29 giugno dalle ore 21.00 dal Cret da Scaiole tradizionale “lancio das cidulas”

 

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore