21.4 C
Udine
giovedì, 7 Luglio 2022

Udinese sconfitta 2-3 in casa dallo Spezia che agguanta la salvezza

15.05.2022 – 07:10 – Arriva un’altra sconfitta per l’Udinese, impegnata alla Dacia Arena nell’anticipo della penultima giornata di Serie A contro lo Spezia. I padroni di casa, dopo una serie di occasioni firmate da Pablo Marì, Pussetto, Nuytinck e Perez, passano in vantaggio al 26 minuto con Molina, che approfitta di un rimpallo in area per concludere in rete. Il pareggio ospite arriva una decina di minuti più tardi con Verde, servito da Ferrer, da poco entrato, a termine di un’eccellente azione offensiva della squadra ligure. È ancora Ferrer, sempre dalla sinistra, a confezionare l’assist del raddoppio dello Spezia, che porta la firma di Gyasi, siglato al terzo minuto di recupero del primo tempo. Gli ospiti prendono il largo dopo due minuti dal fischio della ripresa con Maggiore che sottoporta chiude in rete un traversone di Verde. I friulani ci provano più volte con Nestorovski, subentrato a Pussetto, ma senza successo. Lo Spezia ha l’occasione di calare il poker quando Perez atterra in area Kovalenko al 91′, ma Manaj spedisce il calcio di rigore sugli spalti. Non basta la rete di Pablo Mari al 94’, per raddrizzare la gara.

Udinese che esce dunque sconfitta contro un’avversaria agguerrita e in piena lotta per la salvezza, che con i tre punti conquistati al Friuli può dirsi definitivamente raggiunta. Il pareggio tra Salernitana, prossima avversaria dei friulani, ed Empoli per 1-1 riaccende invece le speranze del Cagliari, che insegue i campani con due punti di ritardo, e che potrebbe riacciuffarli e superarli nel caso vincesse nella tutt’altro che agevole gara di stasera contro l’Inter.

“Volevamo regalare una bella festa ai tifosi, ma siamo mancati sotto troppi aspetti” è il commento di Mister Cioffi, intervenuto a fine gara ai microfoni di DAZN. “Siamo stati diversi dal solito per vari motivi. Questione di centimetri e di cose che sono girate un po’ storte. Non siamo stati noi per tanti motivi, che analizzeremo con calma coi ragazzi. Mi aspettavo una partita diversa, c’è da lavorare. Ora pensiamo all’ultima partita a Salerno. Le basi per il futuro ci sono tutte e siamo felici di costruirci sopra”.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore