Udine: aiuto cittadini in difficoltà con meccanismo di progressione diretta

24.11.2021-12.13 – “Nella seduta di Giunta di questa settimana abbiamo deciso di confermare, per l’anno 2022, il sistema di compartecipazione parametrico, per cui le tariffe vengono individuate sulla base dell’ISEE, sia per il servizio di assistenza domiciliare sia per il servizio pasti a domicilio”. Lo ha dichiarato l’Assessore all’assistenza sociale Giovanni Barillari.

“La validità della dichiarazione sostitutiva unica, sulla base della quale vengono calcolati l’ISEE e la relativa compartecipazione, è stata prorogata al 31 agosto, a meno che il cittadino non abbia deciso di presentare la DSU per il 2022: in questo caso l’importo verrà calcolato sulla base della nuova dichiarazione”.

“Nello specifico – ha precisato Barillari – si va, con il meccanismo della progressione diretta, l’unico in grado di garantire un’effettiva equità nella distribuzione, dalla gratuità garantita a chi ha un ISEE fino a 6000 euro fino alla compartecipazione massima per chi dichiara 30mila euro, quantificata in 20 euro all’ora per il servizio di assistenza domiciliare, per la quale il costo è calcolato su uno solo dei due operatori che interverranno, e in 8,15 euro a pasto per il servizio di consegna a domicilio”.

“Ritengo che questa decisione rappresenti una risposta concreta ed efficace ai bisogni dei cittadini in difficoltà e confermi l’impegno con cui questa Amministrazione assolve alla propria missione in ambito sociale”, conclude Barillari.