Con l’ingresso della I.CO.P di Basiliano il consorzio ETERIA si rafforza

L’azienda udinese, specializzata nell’ingegneria del sottosuolo e leader nazionale di microtunneling, entra nel consorzio costituito dal Gruppo Caltagirone e dal Gruppo Gavio

23.09.2021-07.30 – L’Assemblea dei soci di ETERIA, il consorzio stabile costituito lo scorso 21 giugno dal gruppo Caltagirone e dal gruppo Gavio finalizzato alla partecipazione a gare pubbliche in Italia, ha approvato l’allargamento della compagine sociale ad I.CO.P. S.p.A. Società Benefit, azienda friulana specializzata nell’ingegneria del sottosuolo.

A seguito dell’ingresso di ICOP la nuova compagine del consorzio ETERIA sarà costituita da Vianini Lavori con una quota del 40%, Porto Torre del 5% (entrambe del Gruppo Caltagirone), Itinera (Gruppo Gavio) del 45% e ICOP del 10%.

ICOP, azienda che ha sede nella provincia di Udine ed è controllata dalla terza generazione della famiglia Petrucco, è oggi il secondo operatore nazionale nel settore dell’ingegneria del sottosuolo e leader nazionale per le attività di microtunneling con oltre 100 km di condotte posate. L’azienda friulana, attiva anche nel settore delle opere marittime e dell’ingegneria civile e che nel 2020 ha registrato un valore della produzione pari a 111 milioni di euro, condivide con i soci fondatori di ETERIA valori e visione del business e consentirà con il suo ingresso di incrementare le referenze del consorzio ed accrescerne la capacità industriale nei settori strategici.

ETERIA, dalla parola greca “eterìa” che richiama le associazioni nelle quali, nell’antica Grecia, i membri si legavano fra di loro attraverso un giuramento, è il Consorzio stabile costituito nel 2021 da Vianini Lavori, Gruppo Caltagirone, e Itinera, Gruppo Gavio, e ICOP, per partecipare alle gare pubbliche che verranno promosse in Italia nei prossimi anni e porsi come protagonista del rilancio del settore infrastrutturale italiano.

ETERIA unisce le esperienze industriali, le competenze nella realizzazione di opere complesse e le capacità finanziarie di questi grandi gruppi industriali privati.