Nucleare, Shaurli (PD) punge Fedriga: “Dica da che parte sta”

11.09.2021 – 08.00 – Sul tema del ritorno dell’energia prodotta attraverso il nucleare in Italia, le forze politiche sul palcoscenico nazionale si scontrano e anche a livello regionale il dibattito è acceso. A parlare, stavolta, è il segretario regionale per il Friuli Venezia Giulia del Partito DemocraticoCristiano Shaurli, che incalza il governatore Massimiliano Fedriga, a cui chiede di prendere una posizione in merito.

“Non possiamo continuare col gioco della Lega dai due volti – esordisce la nota di Shaurli – Fedriga dica se la pensa come Salvini anche sul ritorno dell’Italia alle centrali nucleari. I cittadini – prosegue il segretario dem – hanno il diritto di capire se le politiche del partito del presidente del Friuli Venezia Giulia sono quelle che, come pare, decide Salvini a Roma o se si cambia posizione e racconto a seconda di cosa fa comodo. Vale lo stesso per la polemica sul green pass e in generale sull’atteggiamento verso i vaccini.”.

Qualche tempo fa, il governatore si era espresso in maniera inequivocabile in merito a vicende molto simili: “È indelebile il ricordo di Fedriga in piazza contro le chiusure – ricorda Shaurli – e non dimentichiamo le prese di posizione della Giunta Fedriga contro la centrale di Krsko che abbiamo a due passi. Può essere comodo andare in giro per la regione solo a fare campagna elettorale – conclude il segretario del PD – ma chiarezza e coerenza non sono opzionali quando si governa”.
C.S. Cristiano Shaurli (PD)