20.1 C
Udine
giovedì, 6 Ottobre 2022

Link, proseguono gli appuntamenti con il giornalismo: domani la consegna del premio “I nostri Angeli”

03.09.2021 – 15.30 – Terza giornata per Link Festival del giornalismo e dei nuovi media 2021: domani, sabato 4 settembre, riflettori sulle grandi questioni internazionali e umanitarie grazie alla 5a edizione del Premio UNICEF “I nostri Angeli”, promosso da UNICEF Italia in collaborazione con il Festival Link, che sarà consegnato alle 11 al Direttore di Avvenire Marco Tarquinio dalla presidente UNICEF Italia, Carmela Pace. Un riconoscimento giornalistico riservato a chi si è distinto per la grande attenzione rivolta ai temi di attualità che vedono protagoniste le nuove generazioni, per accrescere la consapevolezza e superare l’indifferenza in un mondo sempre più interconnesso. Marco Tarquinio, dalle pagine di Avvenire, ha dato voce alle storie e alle condizioni delle bambine e dei bambini italiani e del mondo con sensibilità, promuovendo una cultura “dell’altro” per infrangere quel muro di indifferenza che troppo spesso allontana i cittadini dalle storie dei bambini invisibili del pianeta. Proprio di questi temi Tarquinio dialogherà poi con il Portavoce UNICEF Italia Andrea Iacomini e la giornalista di Articolo 21 Fabiana Martini.

Tra gli altri incontri in programma, sulla nuova modalità “edutainment” della TV del pomeriggio, sempre più interprete di format che sanno coniugare le esigenze di intrattenimento e quelle dell’attualità, si confronteranno domani alle 20 i giornalisti Alberto Matano, al timone de “La Vita in diretta” e presidente di Giuria del Premio Luchetta 2021, con Serena Bortone, conduttrice di “Oggi è un altro giorno” su Rai1, e Maria Volpe, della redazione Spettacoli – TV del Corriere della Sera.
Delle prospettive e potenzialità, delle criticità e delle grandi trasformazioni dell’informazione del nostro tempo, nel costante confronto con i nuovi media, dialogheranno dalle 19 a Link il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna, la Direttrice di Rai Radio1 e GR Simona Sala, il Direttore di Fanpage.it Francesco Cancellato e il volto storico del Tg2 Maria Concetta Mattei, Direttrice della Scuola di Giornalismo di Perugia, coordinati dal responsabile Ansa FVG, Francesco De Filippo.
Domani alle 18 a Link si parlerà anche di come cambiano i modi e i linguaggi della satira nel nostro tempo: lo faranno due apprezzatissimi autori e conduttori di spazi radiofonici, Luca Bottura e Massimo Cirri, storica voce di un programma di Radio2, Caterpillar. Ad intervistarli sarà la giornalista Roberta Ammendola, del Caffè di Rai1. Fra ironia e satira, il nuovo libro di Luca Bottura ‘Manifesto del Partito Impopolare’ (Einaudi) schiude un caleidoscopio di analisi degli attuali partiti politici e degli scenari futuri. E Massimo Cirri è da due decenni al timone di un programma cult di attualità, declinata con sguardo ironico ed empatico, dal quale hanno preso avvio anche campagne di sensibilizzazione come “M’illumino di meno”, giornata internazionale del risparmio energetico.

Alle 17 una dedica speciale sarà quella per una “voce” di straordinario talento, quella dell’attore e doppiatore: Luca Ward, che è stato Russell Crowe nel “Gladiatore”, di Samuel L. Jackson in “Pulp Fiction”, di Pierce Brosnan in “James Bond”, di Hugh Grant nel “Diario di Bridget Jones”. voce ed emozione, anima e cuore. Passione e coinvolgimento. Come ha raccontato nel recentissimo libro “Il talento di essere nessuno” (Sperling & Kupfer). A Link Luca Ward, anche attore di straordinario talento che ha calcato palcoscenici leggendari, si racconterà alla giornalista Marzia Roncacci, conduttrice di Tg2 Italia, mettendo a nudo anche il suo lato più intimo e privato.

Link osservatorio dell’attualità, anche sul versante della riflessione economica: domani al festival è atteso l’economista Giulio Sapelli, docente all’Università Statale di Milano e membro del Cda della Fondazione Eni Enrico Mattei, vincitore nel 2020 della prima edizione del Premio Fincantieri Fieri. Fresco autore del saggio “Nella storia mondiale. Stati mercati guerre” (Guerini editore), Sapelli sarà protagonista di un’avvincente intervista condotta dalla giornalista, blogger e conduttrice TV Maria Latella. Dal Recovery Plan alla politica economica dei prossimi anni. Dai temi legati alle imprese italiane e al piano di defiscalizzazione alle urgenze per il potenziamento delle infrastrutture pubbliche. Un’analisi incalzante fra le urgenze nazionali e le questioni globali, per mettere a fuoco i cambiamenti straordinari che preannunciano una profonda riconfigurazione del sistema politico ed economico mondiale.

Infine, domani alle 21 in anteprima assoluta “Con le ali ai piedi. Il calcio secondo Pier Paolo Pasolini”, la conversazione scenica ideata, scritta e interpretata dal giornalista e autore Massimo Minella, vicecaporedattore di Repubblica Genova, nel 2014 vincitore del premio europeo “Mare nostrum Award”. In scena i riflettori saranno puntati appunto sul gioco del calcio, esercizio che ha scandito la vita di Pier Paolo Pasolini, egli stesso calciatore e scrittore di calcio, l’ala che corre sulla fascia senza mai risparmiarsi e il cronista che racconta di trame di gioco e di tifo sugli spalti. Il viaggio nel calcio-religione di Pasolini inizia da una delle sue ultime partite, allo stadio Luigi Ferraris di Genova, alla fine di maggio del 1975, e corre a ritroso, dagli esordi bolognesi al Friuli di Casarsa fino alla sua tragica conclusione, all’idroscalo di Ostia, con quel telo bianco sporco di sangue, a coprire il suo corpo martoriato, mentre a pochi metri di distanza un gruppo di ragazzi gioca a calcio in quello che altro non è che un campetto sterrato di periferia. Dentro a questi confini, fra gioia e dolore, ci sono grandi e piccoli incontri, un linguaggio che nasce mutuando le lettere dell’alfabeto, scontri sul terreno di gioco senza mai risparmiarsi. C’è il calcio borghese e quello popolare, da giocare per ore fino a non farcela più su un grande tappeto verde o un campo di terra battuta senza un filo d’erba, da rubare anche solo infilandosi in una partita di ragazzi, togliendosi la giacca e rimboccandosi le maniche della camicia.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore