I punti oscuri della caccia: in partenza la campagna per la sua abolizione in tutta Italia

02.07.21 – 11.57 – Dal 1 luglio 2021 è partita la campagna referendaria per la raccolta firme per il #referendum Sì aboliamo la caccia, che si prefigge come obiettivo quello di risparmiare la vita agli animali, evitando al contempo l’inquinamento di territori, fiumi, laghi e falde acquifere a causa dei milioni di cartucce e pallini di piombo, e permettendo di risparmiare denaro pubblico perché non ci sarà più il ripopolamento di animali; spiega il Gruppo Ambiente in una nota.

Per partecipare alla raccolta firme, basta recarsi presso l’Ufficio Elettorale del proprio Comune, o presso i gazebi autorizzati, per lasciare la firma. Sarà possibile farlo dalla prossima settimana, chiamando l’ufficio anagrafe per prenotazioni. È una battaglia di civiltà che vedrà impegnati i volontari per tre mesi in cui devono essere raccolte, correttamente, 500.000 firme.
L’80% degli Italiani è contrario alla caccia, ormai non più mezzo di sostentamento ma effettuata come divertimento che porta in seno la cultura della violenza. Non occorre essere Animalisti per desiderare la fine di questa pratica..agli animali abbiamo tolto tutto.. abbiamo tanto da farci perdonare.
Il testo di legge è stato depositato il 22 maggio scorso”.

[m.p]