Viabilità, Piccin (FI): accelerare iter per rotatoria a Rivatte

04.05.2021 – 11.30 – “I residenti in località Rivatte a Fiume Veneto, nonché gli automobilisti e gli autotrasportatori, attendono da lustri la messa in sicurezza della strada provinciale 21 con una rotatoria: bene che Fvg Strade, nelle scorse settimane, abbia avviato la progettazione, ma occorre reperire al più presto i finanziamenti e completare l’iter burocratico, per poterla veder realizzata con una tempistica ragionevole”. Lo afferma, in una nota, la consigliera regionale Mara Piccin, commentando l’approvazione di un ordine del giorno a sua prima firma, collegato al ddl Omnibus. “Approvando l’odg – specifica Piccin – si è impegnata la giunta regionale a far sì che tutte le pratiche in capo alla Regione relative all’integrazione del progetto di allargamento della sp 21 San Vito-Bannia con la previsione della nuova rotatoria in località Rivatte siano espletate con la massima urgenza. Inoltre, la giunta regionale solleciterà le amministrazioni comunali interessate a completare l’iter urbanistico relativo all’opera, che va integrato con la previsione della rotatoria, e valuterà l’individuazione, prima possibile, delle risorse necessarie per aggiornare il quadro finanziario complessivo del progetto”.

Il 10 febbraio scorso, nella IV commissione presieduta da Piccin, “si era condivisa la necessità di realizzare la rotatoria tra le vie San Vito, Michelangelo e Risorgimento come migliore soluzione per garantire sicurezza in quel punto della viabilità – ricorda la consigliera -, tenendo conto che lungo la sp 21 si sono registrati 24 decessi in 25 anni e circa 70 feriti negli ultimi sei anni. I residenti, anche attraverso due petizioni, chiedono da tempo questa soluzione”. “Abbiamo appreso dell’effettivo avvio dell’iter da parte di Fvg Strade – sottolinea la forzista -, per integrare il progetto di allargamento della sp 21 San Vito-Bannia con la previsione della rotatoria, con una tempistica che sarà inevitabilmente influenzata dall’acquisizione e dal completamento di una serie di atti e passaggi tecnici, tra i quali un nuovo aggiornamento della delegazione amministrativa sull’opera complessiva e del relativo finanziamento, che comprenda anche la nuova rotatoria, nonché il completamento o l’aggiornamento delle varianti urbanistiche dei Comuni interessati dall’opera”. “Riteniamo urgente realizzare l’opera – conclude Piccin – e dunque far sì che tutti gli atti tecnici, amministrativi e finanziari siano completati nel più breve tempo possibile”.

(c.s.) d.g.