18.5 C
Udine
lunedì, 26 Settembre 2022

Venerdi’ 30 aprile, sciopero nazionale dei lavoratori agricoli e florovivaisti. Il Governo ascolti il loro grido di rabbia!

In Fvg, gli interessati sono oltre 16mila: presidio dalle ore 11.00 alle ore 12.30 davanti alla Prefettura di Udine

28.04.2021-14.25 – Venerdì 30 aprile le lavoratrici e lavoratori agricoli e florovivaisti di tutta Italia incroceranno le braccia in opposizione agli ultimi provvedimenti legislativi e contro le disuguaglianze contenute nel Decreto Sostegni, affinché il Governo ci ripensi e sistemi questa disparità consegnando delle risposte a chi ha perso le giornate di lavoro con l’emergenza sanitaria e tenendo in giusta considerazione quanto svolto da questi operai durante i mesi della pandemia.

Le Segreterie Nazionali di FAI Cisl, FLAI Cgil e UILA Uil hanno per questo proclamato una giornata di sciopero a livello nazionale, con manifestazioni e sit-in davanti alle Prefetture in ogni regione.

I Segretari regionali e provinciali di FAI Cisl, FLAI Cgil e UILA Uil del Friuli Venezia Giulia, a tal senso dichiarano: “Sono oltre 16.000 nella nostra regione i lavoratori stagionali agricoli  che con professionalità e dedizione sotto il sole ed esposti alle intemperie sono stati dimenticati anche dal Governo Draghi, discriminati ed esclusi dal diritto di ricevere un minimo sostegno al reddito per le giornate non lavorate, causa la pandemia”.

“ Dobbiamo rilevare – proseguono i tre sindacalisti Sacilotto, Zanotto e Guerra  – che le proteste ed i presidi svoltisi il 10 aprile scorso davanti alla Prefetture di tutta Italia, non hanno conseguito alcun risultato. E neppure le rassicurazioni ricevute nell’incontro con il Ministro Patuanelli hanno avuto un seguito positivo.”

Infatti queste lavoratrici e lavoratori si trovano senza il riconoscimento di un sostegno economico tipo ‘bonus’, privati di un guadagno economico mensile frutto del loro lavoro stagionale, a cui si somma il mancato raggiungimento delle giornate di occupazione nel corso dell’anno 2020,  che danno diritto a ricevere la disoccupazione agricola: ammortizzatore sociale annuale strutturale collegato alle giornate di lavoro prestate nell’anno precedente.

Non bastasse, all’interno del Governo pare si torni a parlare di ampliare l’utilizzo dei voucher in vista delle campagne di raccolta estive.

I Segretari regionali Sacilotto, Zanotto e Guerra chiariscono: “non si pensi di tornare a ripresentare questo argomento. Solo parlarne significa voler aprire un fronte di scontro. A motivo si sappia che ci contrapporremo con tutti gli strumenti sindacali possibili, perché i voucher non creano maggiore occupazione – come si vuol lasciar intendere – ma solo maggiore irregolarità. Alle lavoratrici e ai lavoratori agricoli che hanno garantito in questi difficili mesi il cibo sulle nostre tavole vanno garantiti i diritti contrattuali e un reddito dignitoso. Questa è una lotta che merita il sostegno di TUTTI per una questione di equità e di giustizia.”

Queste sono le ragioni per cui FAI Cisl, FLAI Cgil e UILA Uil annunciano lo sciopero del settore agricolo anche nella nostra regione, con presidio VENERDI’ 30 aprile dalle ore 11.00 alle ore 12.30 davanti alla Prefettura di Udine, rispettando le normative legate all’emergenza sanitaria.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore