7.6 C
Udine
sabato, 10 Dicembre 2022

Mauro Di Bert: proseguiranno i lavori di manutenzione sponadale del torrente Torre

15.04.2021-12.39 – “Con la delibera 519 dello scorso 1 aprile, la Giunta regionale ha dato seguito all’emendamento presentato in sede di Finanziaria dal Gruppo consiliare di Progetto Fvg per una Regione Speciale/Ar al fine di implementare il capitolo dei fondi destinati alla manutenzione spondale del torrente Torre“.

Lo annuncia in una nota il capogruppo di Progetto Fvg/Ar nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Mauro Di Bert, promotore dell’emendamento e autore “del testo di modifica alla legge di stabilità con l’inserimento di una previsione di spesa di ulteriori 200mila euro per proseguire con gli interventi di ripristino della funzionalità idraulica del torrente Torre”.

“Sarà interessato anche il Comune di Pavia di Udine – dettaglia Di Bert – con un ripristino della sponda destra erosa, attraverso la movimentazione dei sedimenti ghiaiosi volti alla correzione e al miglioramento delle condizioni di deflusso, nonché la regolarizzazione del regime idraulico del corso d’acqua nel tratto interessato. Ciò, sia riguardo alla sezione che alla livelletta, consentendo il ripascimento della sponda destra erosa e la messa in sicurezza dell’esistente scogliera”.

“Si prevedono, inoltre, la riapertura del canale in centro alveo e il ritombamento in destra idrografica, ripristinando la sponda – prosegue la nota del Progetto – mediante riporto di 30mila metri cubi di materiale inerte, previo ripristino delle parti di scogliera ammalorate. Interessata dall’intervento anche la vegetazione arborea e arbustiva presente in alveo, che ostacola il normale deflusso delle acque e che subirà un decespugliamento, nonché un taglio selettivo“. “Con questi nuovi fondi messi a disposizione, quindi, sarà possibile proseguire i lavori di manutenzione spondale già in atto in alcuni tratti del torrente. La stesura di un piano che prenda in esame l’intera asta del Torre, per una valutazione complessiva del torrente, resta la strada da seguire – conclude Di Bert – per giungere a una definitiva messa in sicurezza delle comunità rivierasche”.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore