30 C
Udine
domenica, 7 Agosto 2022

Diventerà la CiviBank una società per azioni?

Il 14 aprile, dopo l’assemblea generale con i soci, si sapranno le sorti della banca del cividalese rispetto ad un totale cambio di rotta o a un perdurare come realtà territoriale

09.04.2021-15.11 – Radicata sul territorio friulano la Civibank si prepara a proporre ai soci la trasformazione in Spa. Un cambiamento pensato per avere più accesso al mercato dei capitali necessari a sostenere i processi di sviluppo. Tra i soci però c’è già chi avanza delle perplessità.

Nuove vesti per la Civibank se, durante l’assemblea del 14 aprile, la Direzione troverà il consenso dei soci per la trasformazione della ragione sociale da Istituto Popolare Cooperativo a Società per azioni. Mentre qualcuno sottolinea che questo cambiamento porterà a far scomparire l’ultima banca friulana rimasta, il suo Direttore Generale Mario Crosta, ne spiega motivazioni e benefici,“il vantaggio di trasformarsi in Spa consiste nell’aver più facilitazioni di accesso al mercato dei capitali, capitali necessari al processo di sviluppo che la Banca ha programmato. Ci saranno alleanze che saranno riferite a partner di natura commerciale, come ad esempio nell’ambito assicurativo. L’obiettivo da raggiungere a cui teniamo maggiormente è quello di creare un legame ancora più stretto con gli imprenditori del territorio, che stanno manifestando grande interesse anche nella sottoscrizione dell’aumento di capitale”.

Renzo Marinig che rappresenta invece la minoranza dei soci sembra non essere d’accordo con questa virata societaria. “Noi crediamo che sia importante questa discussione anche se l’assemblea si poteva fare a giugno come l’anno scorso. Ci stiamo organizzando in 100 soci che, in questo momento, rappresentiamo il 30 per cento del valore azionario per la futura gestione della Banca”, conclude Marinig dimostrandosi preoccupato per lo stato attuale delle azioni che ha un valore molto basso. Punto dolente della situazione in cui si trova la Banca.

Il Direttore Generale dissente sul pericolo di perdita di friulanità dell’Istituto “la trasformazione e l’operazione di aumento di capitale sarà necessaria perché la banca si rafforzi e rafforzandosi sia anche più forte la sua presenza sul territorio e per il territorio

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore