24.3 C
Udine
martedì, 9 Agosto 2022

Covid, Bordin (Lega): appello a responsabilità per superare pandemia

24.03.2021 – 09.30 – “Sosteniamo e condividiamo l’appello lanciato dal presidente Massimiliano Fedriga, affinché la politica dimostri ancora maggiore responsabilità e spirito di costruzione per superare la pandemia”. Lo rimarca in una nota il capogruppo della Lega nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Mauro Bordin, riferendosi alle dichiarazioni sull’emergenza da Covid-19 rilasciate nell’emiciclo di piazza Oberdan a Trieste dal governatore Fvg Fedriga e dal vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. “In qualità di rappresentanti della politica regionale, abbiamo il dovere di dimostrarci all’altezza della terra e dei cittadini – aggiunge l’esponente del Carroccio – che abbiamo onore e onere di rappresentare. Sulla pandemia non sono accettabili speculazioni, non fosse altro che per le situazioni estremamente difficili e di enorme disagio che vivono i nostri concittadini”.

“Come Regione – prosegue Bordin – abbiamo messo in campo tutte le risorse disponibili, cercandole anche nelle pieghe di bilancio e tagliando altre spese attualmente meno prioritarie, pur di ristorare le famiglie e le attività economiche del Fvg. Tanto è stato fatto, moltissimo deve ancora essere fatto: l’auspicio è che anche il Governo nazionale possa avere più coraggio con indennizzi e ristori per garantire la sopravvivenza di tantissime attività”.

“Ci avviciniamo a un periodo caratterizzato da condizioni climatiche meno favorevoli per la diffusione del virus. La vera sfida – sottolinea il consigliere leghista – è quella di avere i vaccini, quindi inocularli e poi ripartire. Proprio sul tema dei vaccini è necessaria una maggiore responsabilità da parte di tutti, Maggioranza e Opposizioni, Governo regionale e nazionale”.

“Seguire il piano vaccinale nazionale – dettaglia ancora Bordin – serve a garantire omogeneità di trattamento a tutto il Paese, con l’auspicio di superare presto le campagne delle vaccinazioni su base professionale per farle, invece, in base all’età. In tal modo, si risolverebbero due gravi criticità fino a ora riscontrate: ovvero, proteggere i più fragili e limitare il più possibile le ospedalizzazioni per non stressare oltre il limite il sistema ospedaliero”.

“In questa fase bisogna mettere da parte le contrapposizioni – conclude la nota – e garantire un messaggio chiaro ai cittadini del Fvg: di rassicurazione, laddove possibile; di preoccupazione, se necessario. Teniamo a mente che non si parla semplicemente di rapporti di forza all’interno del Consiglio regionale, bensì della tenuta sociale ed economica di un intero territorio regionale”.
(c.s.) d.g.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore