Udine Capitale dell’Amore. Giulietta e Romeo, genesi di un mito.

27.02.2021-08.00 – Ieri, 26 febbraio alle ore 11.00 nel Salone del Popolo di Palazzo D’Aronco, l’International Committee Romeo and Juliet in Friuli ha presentato l’avvio della progettualità “Udine capitale dell’Amore, Romeo e Giulietta in Friuli”. Sono intervenuti per i saluti istituzionali il Sindaco Pietro Fontanini, l’Assessore alla cultura Fabrizio Cigolot e l’Assessore al turismo Maurizio Franz. A condurre gli interventi storici e progettuali il prof. Ugo Falcone (presidente dell’International Committee), il dott. Lionello D’Agostini (per l’Università degli Studi di Udine) e il dott. Albino Comelli, autore del volume “Giulietta e Romeo. L’origine friulana del mito”, giunto a ben tre edizioni per Tigulliana editore.

Nell’occasione si è celebrata una data storica. Il 26 febbraio 1511, si tenne a Udine, nel Palazzo Savorgnan di piazza Venerio (poi distrutto), il ballo di carnevale durante il quale si innamorarono i due veri personaggi della storia di Romeo e Giulietta, il capitano vicentino Luigi Da Porto e la nobildonna udinese Lucina Savorgnan. Storia diventata famosa per l’incredibile maestria del grande drammaturgo inglese William Shakespeare Le due figure storiche sono state confermate come i veri protagonisti della vicenda in seguito a trent’anni di ricerca basate su solide basi storiche, bibliografiche e archivistiche. Lo stesso Luigi Da Porto scrisse la novella autobiografica Giulietta, ambientata a Verona per motivi di discrezione, da cui attinse per varie fonti William Shakespeare. Fatto ulteriormente confermato dall’arrivo del sindaco di Verona a Udine per testimoniarne la veridicità.

L’importante progetto è nato durante la pandemia, quando l’International Committee Romeo and Juliet in Friuli, si è costituito con la volontà di mettere in rete la vera storia di Giulietta e Romeo. L’associazione durante questo difficile periodo non è rimasta ferma ed insieme al Circolo culturale “Quintino Sella”, ha avviato una trilogia di grandi progetti. Il primo, Udine la Città della Luce, dedicato alla figura di Arturo Malignani è già stato presentato, il secondo, Udine città dell’Amore, dedicato a Romeo e Giulietta è appena partito, il terzo dedicato alle identità culturali e linguistiche è in programmazione nell’immediato futuro.

Questa seconda progettualità “Udine capitale dell’Amore” coinvolgerà, oltre al Comune di Udine, anche altri Comuni che videro sul proprio territorio alcune delle vicende storiche che coinvolsero direttamente i protagonisti friulani, quali Cividale del Friuli, Ariis di Rivignano, Gradisca d’Isonzo, Osoppo e Manzano, in modo da costituire una rete di percorsi turistico-culturali e un indotto economico per i medesimi territori. Il prof. Falcone sottolinea l’importante sfaccettatura di queste iniziative da un punto di vista  turistico in relazione al grande potenziale della nostra posizione geopolitica, centrica rispetto a stati che sono profondamente attratti dalle caratteristiche culturali del nostro territorio. Progettualità che si potrebbero portare a livello comunitario per attingere alle risorse internazionali.

Il dott. Albino Comelli ha ringraziato il sindaco Pietro Fontanini per aver permesso la realizzazione di questi progetti, rifiutati da molte amministrazioni precedenti, e aver fortemente voluto Udine come città simbolo di Romeo e Giulietta, legittimando così l’importanza storica dell’incontro tra Lucina Savorgnan e Luigi Da Porto.

Durante la cerimonia è stato svelato il nome del testimonial televisivo nazionale Rachele Restivo, conduttrice di Rete4, presentati i membri del Comitato d’onore internazionale, proiettati alcuni video realizzati per l’evento dal regista Enrico Cammarata e mostrata l’immagine simbolo che rappresenta Giulietta e Romeo, creata dalla caricaturista capodistriana Lorella Fermo.

[l.f]